• RC Taranto Magna Grecia

Sette Club, due governatori, un board director per festeggiare il 113° anniversario del Rotary.

L’importante iniziativa presa dal nostro Club il 23 febbraio.


Un eccezionale interclub rotariano si è tenuto venerdì 23 febbraio al Circolo Ufficiali MM. per celebrare il Rotary Day, ovvero il 113° anniversario dell’istituzione del Rotary.

L’interclub ha visto per la prima volta insieme tutti i sette Rotary Club della provincia di Taranto, ben due governatori distrettuali, Gianni Lanzilotti (Puglia e Basilicata) e Luciano Lucania (Campania e Calabria), il pastgovernor e istruttore distrettuale Chino Giuliani, il governatore nominato Sergio Sernia e, come relatore, uno dei massimi esponenti del Rotary internazionale, Francesco Arezzo, odontoiatra ragusano nominato Board Director per i prossimi due anni rotariani.

L’evento è stato organizzato dal nostro Rotary Club Taranto Magna Grecia, con presidente Roberto Giua su iniziativa del pastpresident Enzo Tarantini e il supporto dell’assistente del Governatore, Antonio Rubino. L’iniziativa è stata condivisa dagli altri sei club Rotary operanti in provincia e cioè il Club di Grottaglie con presidente Mauro Roussier Fusco, il Club di Manduria con presidente Paola Silvestri, il Club di Martina Franca con il presidente Massimo De Luca, il Club di Massafra con il presidente Luigi Salvi, il Club di Riva dei Tessali con presidente Luigi Severini, il Club di Taranto con presidente Girolamo Catapano Minotti.

Il nostro presidente Roberto Giua ha salutato i presenti a nome di tutti i presidenti di Club e ha presentato l’illustre relatore.

Il tema della conferenza di Francesco Arezzo è stato: "Il Rotary di oggi verso il futuro".

“La sfida primaria – ha esordito Francesco Arezzo – resta la Polioplus, ovvero l’eradicazione della poliomelite dal mondo: speravamo di non dover registrare più alcun caso, ma ne abbiamo già avuti tre in Afganistan”. Per il futuro, il Rotary chiede di rafforzare i Club, rafforzare i service, rafforzare l’immagine del Rotary stesso.

“Nel momento in cui l’europa sta perdendo peso nell’associazione – ha aggiunto Arezzo - abbiamo la necessità di crescere numericamente (tra visione elitaria e visione movimentista; crescere in efficienza (solo il 20-30 per cento dei soci frequenta); crescere nell’etica. Secondo un’indagine condotta negli Usa, l’etica è: 1° un linguaggio onesto; 2° un comportamento adeguato; 3° non avere zone d’ombra. In un solo concetto: mantenere gli impegni presi”.

Il governatore ha lodato l’iniziativa dell’interclub così ampio e ha parlato dell’imminente Conferenza internazionale a Taranto. Al termine, innumerevoli scambi di gagliardetti e una bella e affollata foto ricordo di tutti i protagonisti dell’indimenticabile serata.

Nella foto grande, tutti i protagonisti della serata; in quella piccola, il nostro presidente Giua ( a sin.) col futuro board director Arezzo.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti